Benvenuti nel sito web di presentazione di Studio Dott. Luca Iemmi, luogo in cui potrete trovare le prime informazioni sui servizi dedicati ai privati e aziende, sulle specializzazioni e sulle soluzioni personalizzate offerti dallo Studio in materia di Commercialista, Consulenza del Lavoro e Revisore Contabile.
Lo Studio, rappresentato dal Dott. Luca Iemmi, si occupa dal 1982 di Consulenza Fiscale e Commerciale, Redazione Bilanci, Amministrazione del Personale, Consulenza del Lavoro e Assistenza Fiscale per la compilazione di dichiarazione dei redditi per dipendenti, parasubordinati e pensionati.

Il trattamento economico ed il regime contributivo degli apprendisti di 1° livello



L’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore si caratterizza per il fatto di coniugare la formazione effettuata in azienda con l’istruzione e la formazione professionale svolta dalle istituzioni formative che operano nell’ambito dei sistemi regionali. In appresso, si affrontano le questioni della retribuzione e del regime contributivo applicabile ai lavoratori assunti con la predetta tipologia contrattuale


Al fine della determinazione della retribuzione di riferimento, al lavoratore assunto con contratto di apprendistato di 1° livello deve essere attribuito convenzionalmente un livello di inquadramento contrattuale, coerente con il percorso formativo. Al riguardo, la durata del contratto di apprendistato non può essere inferiore a 6 mesi e, in ogni caso, superiore a:
a) 3 anni per il conseguimento della qualifica di istruzione e formazione professionale;
b) 4 anni per il conseguimento del diploma di istruzione e formazione professionale;
c) 5 anni per il conseguimento del diploma di istruzione secondaria superiore;
d) 2 anni per la frequenza del corso annuale integrativo per l’ammissione all’esame di Stato;
e) un anno per il conseguimento del diploma di istruzione e formazione professionale per coloro che sono in possesso della qualifica di istruzione e formazione professionale nell’ambito dell’indirizzo professionale corrispondente;
f) un anno per il conseguimento del certificato di specializzazione tecnica superiore.
La retribuzione è, di conseguenza, stabilita in misura percentuale rispetto al livello di inquadramento individuato e in applicazione della tabella seguente:














Retribuzione della prestazione di lavoro in azienda

Primo anno non inferiore al 45% della retribuzione di riferimento spettante per il livello di inquadramento
Secondo anno non inferiore al 55% della retribuzione di riferimento spettante per il livello di inquadramento
Terzo anno non inferiore al 65% della retribuzione di riferimento spettante per il livello di inquadramento
Quarto anno non inferiore al 70% della retribuzione di riferimento spettante per il livello di inquadramento


Per le ore di formazione svolte nell’istituzione formativa, il datore di lavoro è esonerato da ogni obbligo retributivo. Per quelle a carico del datore di lavoro è riconosciuta al lavoratore una retribuzione pari al 10% di quella che gli sarebbe dovuta, fatte salve diverse previsioni contenute nei contratti collettivi.
A livello contributivo, a titolo sperimentale, per le assunzioni con contratto di apprendistato a decorrere dalla data del 24 settembre 2015 e fino al 31 dicembre 2017, l’aliquota contributiva è ridotta al 5%, non trova applicazione il contributo di licenziamento ed è riconosciuto lo sgravio totale del contributo di finanziamento della NASpI. L’aliquota contributiva a carico dell’apprendista è pari al 5,84%, per tutta la durata del periodo di formazione.

Strumenti finanziari con diritti patrimoniali rafforzati: trattamento fiscale dei proventi

L’Agenzia delle Entrate fornisce i primi chiarimenti in ordine al regime fiscale applicabile ai proventi percepiti da manager e dipendenti delle società, enti o organismi di investimento collettivo del risparmio, in relazione agli investimenti in … [Continue reading]

CCNL Oreficeria – Industria: autorizzazione alla contribuzione una tantum

E’ possibile contribuire alle attività e spese sostenute per il rinnovo del contratto nazionale autorizzando la contribuzione una tantum da parte dei lavoratori non iscritti al sindacato Le aziende mediante affissione in bacheca hanno chiesto, in … [Continue reading]

Cartelle notificate, l’invalidità è impugnabile

È ammissibile l'impugnazione della cartella che non sia stata validamente notificata e della quale il contribuente sia venuto a conoscenza attraverso l'estratto di ruolo rilasciato su sua richiesta dal concessionario (Corte di Cassazione - Ordinanza … [Continue reading]

Fabbricati rurali censiti al Catasto Terreni da dichiarare al Catasto Edilizio Urbano

Il Fisco fornisce chiarimenti operativi qualora per la destinazione d’uso attuale non sussiste l’obbligo di accatastamento dell’immobile al Catasto Edilizio Urbano e qualora l’immobile abbia perso i requisiti di ruralità (AGENZIA DELLE … [Continue reading]