Benvenuti nel sito web di presentazione di Studio Dott. Luca Iemmi, luogo in cui potrete trovare le prime informazioni sui servizi dedicati ai privati e aziende, sulle specializzazioni e sulle soluzioni personalizzate offerti dallo Studio in materia di Commercialista, Consulenza del Lavoro e Revisore Contabile.
Lo Studio, rappresentato dal Dott. Luca Iemmi, si occupa dal 1982 di Consulenza Fiscale e Commerciale, Redazione Bilanci, Amministrazione del Personale, Consulenza del Lavoro e Assistenza Fiscale per la compilazione di dichiarazione dei redditi per dipendenti, parasubordinati e pensionati.

Edilizia Industria Cuneo: il nuovo contratto provinciale



Sottoscritto, il giorno 17/2/2017, tra l’ANCE Cuneo, assistita da Confindustria Cuneo, la FENEAL-UIL, la FILCA-CISL e la FILLEA-CGIL, il contratto collettivo provinciale integrativo di lavoro per i dipendenti delle imprese edili ed affini industriali della provincia di Cuneo


Il presente CIPL decorre dal 1/12/2016 al 30/11/2019 e limitatamente all’Elemento Variabile della Retribuzione e all’Indennità sostitutiva di mensa, dal 1/1/2017.


Elemento Variabile della Retribuzione
In applicazione di quanto stabilito dagli artt. 12 e 46 del vigente CCNL per i dipendenti delle imprese edili ed affini, in Provincia di Cuneo, è istituito l’elemento variabile della retribuzione (EVR), nella misura teorica del 4% del minimo retributivo mensile in vigere alla data del 1/7/2014, di cui alle seguente specifica:































Livello

Minimo al 1/7/2014

4%

7 1.630,71 65,22
6 1.467,63 58,70
5 1.223,02 48,92
4 1.141,51 45,66
3 1.059,96 42,39
2 953,97 38,15
1 815,36 32,61


L’ E.V.R., in quanto premio variabile che tiene conto dell’andamento congiunturale del settore, sarà correlato ai risultati conseguiti in termini di produttività, qualità e competitività nel territorio e non avrà incidenza diretta e/o indiretta su alcun ulteriore istituto retributivo, incluso il TFR.
Ai fini della quantificazione dell’E.V.R. saranno utilizzati i seguenti quattro indicatori, con le relative incidenze ponderali in termini percentuali indicati nel CIPL.
L’erogazione dell’E.V.R. a livello provinciale, dovrà essere effettuata previa verifica annuale dell’andamento degli indicatori, che le Parti Sociali territoriali si riservano di effettuare entro il mese di Marzo di ciascun anno e in presenza delle condizioni previste dall’allegato 4 del Verbale di accordo nazionale del 1/7/2014.
In caso di riconoscimento dell’E.V.R. a livello provinciale, ogni impresa iscritta in Cassa Edile, procederà al calcolo dei seguenti due parametri aziendali, con le medesime modalità temporali definite a livello territoriale di cui sopra:


– Ore di lavoro denunciate in cassa Edile;
– Volume d’affari IVA, così come rilevabile dalle dichiarazioni annuali IVA.
Qualora i suddetti due parametri risultino entrambi pari o positivi rispetto al triennio precedente, l’Azienda provvederà ad erogare l’E.V.R. nella misura stabilita a livello provinciale.
Qualora a livello aziendale uno solo dei parametri risultasse negativo, l’azienda per avvalersi della possibilità di applicazione dell’E.V.R. in misura ridotta, secondo quanto previsto dall’art. 38 del vigente CCNL, dovrà adottare la seguente procedura:
– inviare un’autodichiarazione all’ANCE CUNEO, alla Cassa Edile e alle RSU/RSA ove costituite, utilizzando lo schema riportato di seguito (all’allegato 1), attestante il non raggiungimento di un parametro;
– l’ANCE CUNEO informerà tempestivamente le Organizzazioni territoriali del lavoratori, attivando altresì in caso di richiesta un confronto con le medesime per la verifica dell’autodichiarazione da effettuarsi esclusivamente sulla base della dichiarazione IVA, nonché della documentazione della Cassa Edile afferente le ore di lavoro denunciate.
Laddove entrambi i parametri a livello aziendale risultassero negativi, l’E.V.R. non sarà erogato.


Indennità sostitutiva di mensa
Per gli operai l’indennità sostitutiva di mensa è incrementata, con decorrenza 1/1/2017, ad Euro 0,28 orari, da corrispondersi per tutte le ore di lavoro ordinarie effettivamente prestate.
Per gli impiegati l’indennità sostitutiva di mensa resta confermata nell’importo mensile di euro 34,60.


Indennità di trasferta
Rimane confermato che, agli operai saranno erogati i seguenti valori minimi di indennità di trasferta:








Cantieri oltre 5 km e fino a 10 km

Cantieri oltre 10 km e fino a 30 km

Cantieri oltre 30 km e fino a 50 km

Cantieri oltre 50 km e fino a 70 km

Euro 8,00 Euro 14,00 Euro 17,00 Euro 20,00


Personale con qualifica di autista: Euro 13,00
Per i cantieri situati oltre 70 km si demanda ad accordi tra datore di lavoro e lavoratori e/o R.S.U.


Indennità per lavori in alta montagna
L’indennità per lavori in alta montagna è così quantificata:
– Lavori eseguiti oltre i 1.300 metri e sino ai 1.800 metri: 15%


– Lavori eseguiti oltre i 1.800 metri: 30%


La percentuale di cui al presente articolo va conteggiata sulla retribuzione globale (paga base, indennità territoriale, elemento economico territoriale e indennità di contingenza).
La suddetta indennità non è dovuta agli operai che lavorano nella località costituente la loro abituale dimora, sempre che non siano costretti a percorrere oltre due km per recarsi dalla loro abituale abitazione al luogo di lavoro.


Indennità per lavori in galleria
L’indennità per lavori in galleria è così quantificata:
– Per il personale addetto al fronte di perforazione, avanzamento o di allargamento, anche se addetto al carico di materiale; ai lavori di riparazione straordinaria in condizione di difficoltà al disagio: 46%;
– Per il personale addetto ai lavori di rivestimento, di intonaco o di rifiniture di opere murarie; ai lavori per opere sussidiarie: al carico ed ai trasporti all’interno delle gallerie anche durante la perforazione, l’avanzamento e la sistemazione: 26%
– Per il personale addetto alla riparazione e manutenzione ordinaria delle gallerie ultimate, compresi i lavori di armamento delle linee ferroviarie: 18%
Le percentuali di cui al presente articolo vanno conteggiate sulla retribuzione globale (paga base, indennità territoriale, elemento economico territoriale e indennità di contingenza).

Firmato l’accordo per l’industria tessile

Sottoscritta l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto dell’industria tessile e dell’abbigliamento. L’intesa interessa oltre 420.000 i lavoratori impiegati in circa 40.000 imprese e prevede un aumento sui minimi salariali è di 70 euro … [Continue reading]

Precompilata 2017, slitta il termine per le comunicazioni degli amministratori di condominio

Ai fini della dichiarazione precompilata 2017, gli amministratori di condominio, da quest’anno, devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti … [Continue reading]

Siglato accordo di rinnovo CIPL Chimica Artigianato Veneto

22 feb 2017 Siglato il 9/2/2017, tra la CONFARTIGIANATO IMPRESE Veneto, la CNA Veneto, la CASARTIGIANI del Veneto e la FILCTEM - CGIL del Veneto, la FEMCA - CISL del Veneto, la UILTEC - UIL del Veneto, l’accordo di rinnovo del CIPL per i dipendenti … [Continue reading]

“Tetti” dei trattamenti di integrazione salariale 2017

Resa nota la misura, in vigore dal 1° gennaio 2017, degli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo del … [Continue reading]